Skip to content

Piccole conferme e testimonianze

Share Button

Da un anno e mezzo mi sono trasferito ai piedi di una catena montuosa a nord di Pechino. Qualche settimana fa, alcuni vicini si sono decisi a chiedere informazioni riguardo gli strani rumori che spesso sentivano provenire dal mio cortile, che si affaccia sulla stradina di un piccolo villaggio di contadini. E così, dopo le premesse del caso, mi ritrovo con due nuovi allievi.

Cinquantenni, marito e moglie, si allenano da due mesi appena. Con me un giorno a settimana, il resto da soli nel loro cortile di casa (in foto). Non arrivano ancora a far bene il lavoro sui fondamentali di zhànzhuāng, ma sono tenaci. La loro resistenza si ferma al quinto angolo (di solo zhànzhuāng), che concludono senza pause in un’ora e venti minuti circa.

La settimana scorsa la foto di un attrezzo da palestra accompagna un messaggio wechat dell’uomo. – “Il risultato del zhànzhuāng è sei piatti da venti chili sollevati con leggerezza”. Io già sorrido, “Quanto ne sollevavi prima?” E lui, da buon ingegnere, “In tutto sono quattro serie. Prima, solo all’ultima serie riuscivo a sollevare questa quantità, 8 ripetizioni. Questa volta, ci sono riuscito già alla seconda serie, 12 ripetizioni senza aiuto. L’ultima serie, ho aggiunto altri 2 piatti da 10 chili, 10 ripetizioni”.

Share Button

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.